Il Duomo

VIGEVANO, la città ideale, uno dei borghi più belli d’Italia, patrimonio dell’UNESCO.

La splendida piazza fa da ingresso alla fortezza quasi mettendo in secondo piano le magnifiche residenze di LUDOVICO detto” IL MORO . Siamo nel pieno Rinascimento italiano. Certo qui non mancano leggende, tradimenti, nobili donzelle, artisti, cavalieri e insinuose amanti.

La Piazza

Ludovico, detto il Moro, sposò infatti la bella BEATRICE D’ESTE.In molte arti era eccelsa ma non le bastò per evitare che gli occhi del suo amato e sposo cadessero sulle altrettanto ammalianti doti della bella CECILIA GALLERANI famosaDAMA CON L’ERMELLINO, dipinta da LEONARDO DA VINCI. Al noto genio fu commissionato, fra i tanti lavori, proprio questo dipinto: non casuale è la presenza dell’ermellino che la dama accarezza con amore, un chiaro riferimento al suo amante Ludovico, signore di Milano, che faceva appunto parte dell’ordine dei cavalieri dell’Ermellino, così insignito dal Re di Napoli.

Il Castello

Cecilia Gallerani è dipinta mentre volge la testa, forse proprio perché l’attenzione le viene rubata dall’arrivo del suo amante. Curiosità che arriva da un trattato conservato alla NATIONAL GALLERY DI LONDRA, il marito Ludovico non mancò di farsi perdonare dalla moglie con un incredibile quantità di doni, proprietà e castelli per compensare il suo tradimento. Sicuramente noto per queste marachelle, non mancò di distinguersi anche per la sua grandezza. La sua corte era ai tempi una delle più importanti e gloriose.

All’interno del castello una splendida falconiera, splendide sale, la torre costruita dal BRAMANTE e la sua camera da letto laddove Ludovico poteva accedervi attraverso una scala appositamente creata perché lui potesse entrare a cavallo. Altresì faceva per il suo ingresso in chiesa, l’unico a cui era concesso.

La Via Sotterranea

La piazza incanta con i suoi portici illustrati con splendidi affreschi in stile quattrocentesco ma risalenti ai primi ‘900. In fondo spicca il Duomo, più recente rispetto alla piazza, fu aggiunto in seguito per chiudere l’unico lato aperto della piazza. Viuzze si articolano intorno al centro, una di queste porta alla via coperta:una strada su due piani che si collega al giardino del Castello.

Il Museo Della Scarpa

All’interno della corte potete visitare il Castello, i giardini, la Torre del Bramante e due musei : il MUSEO CIVICO con opere e sculture di diverse epoche e il MUSEO DELLA SCARPA che conserva una delle scarpe appartenute a BEATRICE D’ESTE e ne racconta la sua storia.