All’EX FORNACE incontro l’artista ANDREA VELLOSO, di origini brasiliane ci presenta la sua opera “IL VELO CHE PROTEGGE“. Ci racconta di questa similitudine con la gonna delle donne, donne madri, donne che proteggono, donne che generano vita…

Tutt’intorno oggetti che alludono alla memoria, al tempo che passa, gli oggetti dimenticati che hanno fatto la nostra storia si raccolgono intorno a questo grande velo che fa parte centrale della mostra. Un’inebriante profumo di spezie avvolge lo spettatore e lo invita a meditare… Sullo sfondo video/installazioni: sedetevi e riflettete, questo il messaggio dell’artista.

Un tram che corre avanti e indietro, passeggeri che scendono e salgono in tutta fretta diretti chissà dove, in una sequenza monotona che ci riporta alla caducità della vita e poi a fianco un video ci propone il mare con la sua forza nell’infrangersi delle onde e con le nuvole riflesse in questo grande specchio che ci fa pensare alla tranquillità persa nella vita di tutti i giorni.

E infine il moto giocoso dei bambini indios del villaggio del RIO AMONIA che come scimmiette si arrampicano sugli alberi e ci mostrano l’importanza delle stare in mezzo alla natura e di godere della cose belle, vere e semplici della vita.

La mostra si apre su piu spazi, salendo le scale si possono sentire le voci di uomini e bambini che parlano antiche lingue che si stanno perdendo così come la nostra storia e le nostre origini.

Grandi spunti di riflessione su temi importanti della vita, questo l’artista ci sottolinea e ci invita a vedere l’installazione al piano superiore dove piccoli specchi creano bagliori di luce sullo sfondo del mare e delle nuvole. Non solo temi importanti ma anche momenti di magia per gli occhi che ci invitano a rilassarci e a prendere parte di queste opere d’Arte e delle emozioni di ANDREA.

IL VELO CHE CI PROTEGGE:

EX FORNACE, ALZAIA NAVIGLIO PAVESE MILANO

fino al 22 giugno, dalle 16. 00 alle 22.00