L’eccezionale retrospettiva del Grand Palais ripercorre il viaggio di František Kupka, i suoi inizi segnati dal simbolismo e dalla sua graduale evoluzione verso l’astrazione, di cui sarà uno dei pionieri.

300 dipinti, disegni, incisioni, libri e documenti danno vita all’artista e rivelano la sua personalità impegnata e singolare.

La mostra ci porta a scoprire il suo percorso artistico e intellettuale e ci immerge in un universo ricco di colori, forme e movimenti.

Questa mostra è organizzata dalla Réunion des Musées Nationaux-Grand Palais in collaborazione con il Centre Pompidou, Parigi, la Národní Galerie v Praze di Praga e l’Ateneum Art Museum di Helsinki.

Questa mostra è supportata da KPMG, Eiffage Infrastructures e dalla Louis Roederer Foundation.