Oltre le mura veneziane si apre un gioiello architettonico: il Castello di Soncino, splendida fortezza che si accerchia di altre meraviglie del paesino medieovale che attraverso le sue antiche viuzze ci porta a scoprire palazzi e ville rinascimentali ornati da decorazioni in terracotta e motivi ornamentali a fascia orizzontale testimonianza delle tradizioni locali.Fino al 24 settembre 2017 Soncino ospita la Biennale d’Arte che si snoda dal Castello ai locali, ai Palazzi storici, al Museo della Stampa, meraviglioso esempio di un’antica tradizione soncinese importata dalla Germania. Questo casa ebrea risale al 1400 e solo dopo 28 anni dall’invenzione di Gutenberg qui viene stampato il primo libro.  Nel 1488 viene stampata la prima BIBBIA.

Numerosi dunque gli spazi che ospitano numerosi artisti con significative installazioni d’Arte che non solo ci parlano ma ci permettono di entrare in connessione con l’opera e di farne parte… 

La mostra ci permette anche di visitare il Castello oggetto nei secoli di contese da parte di Milano, Venezia, Spagna, Austria e Francia… Numerose le battaglie e grandi i personaggi della storia che qui sono passati lasciando un segno forte della loro presenza: Carlo Magno con le sue truppe, Federico Barbarossa, il Ducato di Milano con gli Sforza. 

            AFFRESCO DELLA CAPPELLA 

Di notevole pregio gli affreschi della cappella con la Madonna con bambino, stemmi araldici, levrieri slegati da una mano santa che si traduce nella liberazione di Soncino da parte del Ducato di Milano. 


Meravigliosa anche la vista della città che si può godere dalle torri, la vecchia filanda ottocentesca con il suo camino e la chiesa di Santa Maria delle Grazie si stagliano oltre le mura ghibelline. 

Nelle sale, all’interno del cortile del Castello e nei sottorranei numerose installazioni che ci riportano alle situazioni odierne di immigrazione, guerra, razzismo, differenze sociali… Temi forti, importanti e purtroppo ancora attuali nel mondo odierno che gli artisti hanno voluto toccare attraverso le loro opere per sensibilizzare gli spettatori e ricordare ancora che siamo tutti uguali di qualsiasi razza e colore alla quale  apparteniamo. 

SONCINO, BIENNALE. A MARCOFino al 24 settembre 2017

Sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00