MILANO

FONDAZIONE PRADA

Basta dare un’occhiata alla collezione di Maria Antonietta Regina di Francia, per capire quanto le porcellane cinesi erano già amate nel 1700: grandi esportazioni di ceramiche in tutta Europa dove l’artigianalità sapiente dei decoratori cinesi seppe adattarsi alle numerose richieste di stili e motivi.

Non è difficile trovare porcellane cinesi con motivi assolutamente di stile europeo che si diversificano in base al paese di committenza.

Fondazione Prada espone una fantastica raccolta di oltre 1700 porcellane da esportazione, realizzate tra il XVII e il XIX.

La mostra è suddivisa in tre sezioni, nella prima possiamo ritrovare ben 45 pezzi rarissimi dei 150 arrivati sino a noi dei ” First orders”, le porcellane commissionate dai portoghesi al loro sbarco in Cina. Insieme a queste rarità sono esposti alcuni pezzi realizzati per il mercato islamico.

Nella seconda parte una selezione scenografica di porcellane realizzate intorno al 1760, che si ispirano alle bellezze della natura e della fauna: oggetti incredibili e sorprendenti di uso quotidiano, realizzati per le tavole dei ricchi con lo scopo di intrattenere con lo stupore di tale meraviglia, gli ospiti di importanti cene.

La terza sezione della mostra si occupa delle “stanze di porcellana” : queste erano vere e proprie installazioni di porcellane cinesi e specchi, legni intarsiati d’oro e pannelli smaltati realizzati in Palazzi e Castelli atti a stupire con la loro maestosità gli ospiti che venivano accolti.

Una mostra che come nei tempi passati è capace ancora di stupire lo spettatore con la meraviglia delle decorazioni e dei colori delle porcellane cinesi.

MILANO

Fondazione Prada

Fino al 28 settembre 2020